greenvet erboristeria veterinaria meliloto

MELILOTO – MELILOTUS OFFICINALIS

Famiglia: Fabaceae – Pianta officinale.
Parte utilizzata: sommità fiorite e foglie.

PRINCIPI ATTIVI
Cumarine: melilotoside, erniarina, umbelliferone ecc. (dal melitoside si forma, per opera di una beta-glucosidasi la cumarina) – flavonoidi: derivati del kaempferolo e della quercitina – triterpeni: melitogenina – polifenoli; tannini.

 

 

PROPRIETÀ
Le cumarine sono le responsabili dell’azione antispasmodica e sedativa a livello viscerale e del sistema nervoso centrale. I flavonoidi sono diuretici e antisettici delle vie urinarie.
L’attività antinfiammatoria è dovuta ai triterpeni che facilitano anche l’assorbimento degli altri principi attivi e stimolano la diuresi. Il fitocomplesso può prevenire il rischio di una coagulabilità eccessiva del sangue e nel contempo rafforzare le pareti dei vasi. Il meliloto è considerato uno specifico sintomatologico dell’insufficienza venolinfatica: deve questa proprietà alla cumarina (solubile in alcol), che non è anticoagulante ma è in grado di stimolare il SRE (Sistema Reticolo Endoteliale) ed il potere di proteolisi dei macrofagi (Bruneton J., op. cit., p. 232). La cumarina è in grado di aumentare l’ossigenazione tissutale grazie al miglioramento del microcircolo stabilizza la membrana degli eritrociti. Studi sperimentali su animali hanno rilevato un’accelerazione del processo di cicatrizzazione (Refit, op. cit., p. 275). Sperimentazioni effettuate hanno dimostrato che gli estratti di meliloto aumentano la resistenza capillare, diminuiscono la permeabilità della parete vascolare, migliorano il ritorno venoso e la circolazione linfatica e manifestano attività antinfiammatoria ed antiedematosa (Rombi M., op. cit., pp. 181-182). Per queste sue peculiarità il meliloto trova indicazione nel trattamento di edemi di natura infiammatoria o da stasi e nel trattamento sintomatico delle turbe funzionali della fragilità capillare cutanea.

INDICAZIONI
Insufficienza veno-linfatica, tromboflebiti, disturbi digestivi, spasmi a livello dell’apparato genitourinario (calcolosi, cistiti).